FilmRecensioni

Aquaman – Recensione No Spoiler

0

Andiamo dritti al punto chiave della recensione: Aquaman è un film che funziona! Finalmente Warner Bros e Dc sono riuscite a produrre un film che convince dall’inizio alla fine.

La storia è ambientata dopo gli eventi di Justice League che, nel corso del film, saranno solo menzionati in un paio di occasioni. Come tutti ricorderanno nel film corale degli eroi DC era stato introdotto il personaggio di Aquaman senza dare grandi spiegazioni su chi fossi e quali poteri avesse, insomma un po’ come era successo con Wonder Woman in Batman v Superman: Dawn of Justice.

James Wan ha optato per un breve prologo iniziale e una serie di flashback per spiegare le origini di Arthur Curry e di come abbia pian piano imparato a conoscere se stesso e i suoi poteri. La trama si sviluppa in maniera semplice ma efficace mostrandoci come Aquaman capisca realmente quale dovrebbe essere il suo ruolo nel mondo.

Per certi versi il film mi ricorda molto Black Panther perchè, come nel caso del regno del Wakanda, ci troviamo di fronte un regno avanzato, per diventare sovrano bisogna sconfiggere l’attuale leader, c’è molta diffidenza per gli “altri” che, in questo caso, sono gli abitanti della superficie.

Il duo Jason Momoa – Amber Heard funziona alla perfezione tanto che nella corposa parte centrale del film dove i due saranno alla ricerca del leggendario tridente atlantideo riescono a tenermi incollato allo schermo. I due si influenzeranno fortemente perchè Arthur capirà cosa vuol dire essere un atlantideo e Mera capirà cosa vuol dire essere un terrestre.

Credo che il punto di forza del film sia l’aver abbandonata la strada cupa e cruda intrapresa in passato da Nolan che ha tanto funzionato nei suoi film ma ha però fallito nei successivi film del DCU. Ci tengo a precisare che il film non è assolutamente una commedia ma ha trovato il giusto equilibrio tra battute e azione. Il film come detto all’inizio funziona ma oggettivamente deve ancora migliorare perchè alcuni scontri iniziali sono ancora confusionari e gli altri re del mare (salvo Re Nereus interpretato da Dolph Lundgren) risultano piatti e totalmente privi di qualsiasi spessore.

I due villain del film (il fratellastro di AquamanBlack Manta) sono molto convincenti sia nell’interpretazione che nelle motivazioni che hanno per odiare Aquaman. Gli scontri con i due antagonisti sono davvero ben sviluppati soprattutto quelli con il fratellastro sono davvero incredibili.

Altro punto di forza del film sono sicuramente gli effetti speciali  e la fotografia del film. Il mix di questi due aspetti rende le scene ambientate in acqua incredibili, la colonna sonora invece è secondo me piatta e anonima. Le canzoni scelte non mi convincono perchè visto il clima generale del film (parecchio “tamarro”) si poteva osare molto di più con le canzoni.

Insomma un film che mi è piaciuto molto e spero vivamente che il DCU prenda finalmente piede. Se Warner riuscirà ad alzare ancora l’asticella o per lo meno mantenere il livello di questo film nelle prossime produzioni potrebbe finalmente sbocciare un secondo universo supereroiristico valido e credibile.

Giudizio Finale

7.3

  • Jason Momoa
  • William Dafoe
  • Effetti Speciali
  • Colonna Sonora Anonima
  • Carisma di alcuni Re del Mare

Cronaca di Topolinia – Una piccola ma valida realtà

Previous article

WWN Chiede – Daniele Daccò

Next article

Comments

Comments are closed.