FilmRecensioni

Attenti al gorilla – Recensione no spoiler

0

Sarò sincero dal trailer non mi aveva né convinto né incuriosito perché mi aspettavo la classica commedia con Frank Matano fatta di battute e comicità demenziale.

In realtà il film nasconde ben altro e porta in scena una splendida commedia dove il valore della famiglia è la colonna portante; la storia ruota attorno a Paolo (Frank Matano) e il suo rapporto con la “ex” moglie Manuela (Cristiana Capotondi).

Paolo è un avvocato che decide di fare causa allo zoo della sua città con l’intento di liberare un gorilla. A difendere lo zoo sarà invece Manuela ma, come prevedibile, la causa finisce per essere un pretesto per litigare. Contro ogni probabilità Paolo vince la causa ma dovrà a sue spese portare il gorilla in Africa.

Il rapporto complicato tra Paolo e Manuela si ripercuote inevitabilmente sui tre figli che inizialmente stanno dalla parte della madre e ogni volta sfruttando una scusa qualsiasi evitano di passare del tempo con il loro padre.
L’arrivo del Gorilla (ribattezzato Peppe dai figli) a casa di Paolo cambierà totalmente la situazione perché, pur di stare con Peppe, i ragazzini passeranno più tempo con il padre e questo migliorerà sempre di più il loro rapporto.

Come dicevo all’inizio mi ha sorpreso molto questo film perché come successo negli altri film di Luca Miniero riesce a trasmettere qualcosa che va oltre la semplice risata.

Il cast composto da Frank Matano, Cristiana Capotondi, Diana Del Bufalo e Lillo (del duo Lillo&Greg) funziona alla perfezione, riescono in perfetta alchimia tra loro a strappare sempre una risata attraverso una comicità semplice e quasi mai volgare. Menzione d’onore per Claudio Bisio sempre pungente con le sue battute, mai banale anzi ogni volta dice la cosa giusta al momento giusto.

Il film non è certo esente da limiti perché i personaggi secondari, come ad esempio gli Sgherri del Mago (interpretato da Massimo de Lorenzo), non si possono davvero guardare perché recitano in maniera forzata, così come l’inseguimento finale stona un po’ con il resto del film.

Insomma un film davvero piacevole e mai pesante, una comicità semplice ma efficace. Una commedia consigliatissima se si vuole passare 90 minuti divertendosi.

Giudizio Finale

6.8

  • Comicità semplice
  • Mai volgare
  • Claudio Bisio
  • Personaggi di contorno
  • Inseguimento finale

You – La recensione

Previous article

Canary Wharf

Next article

Comments

Comments are closed.