Mondo

L’avvento dell’8K

0

Il 1 Dicembre 2018 è stato inaugurato ufficialmente il canale giapponese BS8K che, come è intuibile dal nome, trasmette i suoi programmi in 8K. E’ doveroso sottolineare come tutto questo sia una prova e che le trasmissioni non saranno continue ma a spot. Ieri l’emittente NHK  ha scelto di trasmettere il capolavoro di Stanley Kubrick: 2001: Odissea nello Spazio. Il film è stato rimasterizzato per l’occasione da Warner Bros in 8K di risoluzione e audio 22.2 canali. Come anticipato la programmazione non sarà continuativa ma è stata fissata per marzo una seconda trasmissione ufficiale e in questo caso il protagonista sarà il film My Fair Lady di George Cukor.

Stando ad alcuni rumors online Sharp Corporation sarebbe in procinto di lanciare i nuovissimi televisori 8K ad un possibile prezzo di 6.600 dollari

Con molta probabilità l’intento di NHK è quello di trasmettere nel proprio paese le olimpiadi 2020 (che si disputeranno proprio in Giappone) in 8K entrando così di diritto nella storia della tecnologia.

Il Giappone non si è fermato solo a sperimentare l’8K perchè sempre da ieri il canale BS4K  trasmetterà tutti i suoi contenuti in 4K.

Altre sperimentazioni

La storia dell’8K è però segnata da altri due avvenimenti che precedono la trasmissione di 2001: Odissea nello Spazio. Il primo riguarda un filmato caricato dalla NASA il 2 novembre su Youtube difatti il video in questione è stato il primo ad essere caricato in 8K sulla piattaforma web.

Al momento sono davvero pochi sono i monitor in grado di supportare questa risoluzione e di conseguenza godersi appieno  il video.

 

Il secondo evento è invece un filmato demo di Gran Turismo Sport usato da Sony. Il video è stato trasmesso in 8K e 120fps all’International Broadcast Equipment Exhibition 2018 per presentare CLEDIS ovvero il loro nuovo Crystal LED Display System. Si tratta di un mostruoso schermo da 440 pollici, quasi 180° di angolo visione e capace di riprodurre video da 8K a 120 fotogrammi al secondo. Anche in questo caso è doveroso sottolineare, per evitare eventuali fake news, che la presentazione non era incentrata sull’aspetto videoludico e che per tanto il demo non è una breve anteprima di una possibile Playstation 5.

 

Fonte:Engadget/pro.hwuprgade/multiplayer/nerdmovieproductions

 

Il triangolo Daredevil, Netflix e Disney

Previous article

Qui Marte, tutto ok!

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.