DiarioFilmRecensioni

Ralph spacca internet – Recensione no spoiler

0

Su World Wide Nerd non amiamo girare troppo attorno alle cose quindi vi dico subito che Ralph Spacca internet mi è piaciuto davvero tanto!

La storia è ambientata 6 anni dopo gli eventi del primo film e in tutto questo periodo Ralph e Vanellope hanno vissuto la loro vita nei loro amati giochi passando ogni giorno le giornate alle stesso modo. E’ proprio questo l’elemento chiave del film: la monotonia.

Da una parte abbiamo Ralph finalmente felice della sua vita, felice di passare le giornate allo stesso modo alternando la sua vita nel gioco “Felix Aggiustatutto” e la “libertà” nel girovagare nei vari videogames della sala giochi. Dall’altra parte invece troviamo la principessa Vanellope ormai stanca della monotonia e delle solite piste di Sugar Race. La sala giochi è diventata troppo piccola per lei ma grazie all’avvento di Internet nella sala giochi tutto cambierà.

Lo stratagemma geniale utilizzato dai creatori della saga (Rich Moore e Phil Johnston) è quello di immergere i due protagonisti non solo nel mondo dei videogames online ma in tutto il world wide web.

Ralph e Vanellope enteranno in internet alla ricerca di un nuovo volante per la console di Sugar Race e si troveranno alle prese con un videogioco di corse spericolate chiamato Slaughter Race, con Ebay, Instagram, Facebook, Google, Snapchat e moltissimi altri social network.

Sicuramente questo secondo capitolo inizia a distaccarsi dal mondo dei videogiochi ma lo fa seguendo una strada coerente come quella della web. Anche in questo secondo capitolo troviamo citazioni, easter eggs e rimandi alla cultura pop che hanno caratterizzato “Ralph Spaccatutto”. L’unica differenza è che in Ralph Spaccainternet troverete molto autoironia ai grandi classici Disney: la scena con tutte le principesse Disney (chi ha già visto il film lo saprà) ne è un chiaro esempio.

Nel primo film il vero protagonista era Ralph e la ricerca della sua vera identità mentre in questo caso sono Vanellope e la sua fuga dalla monotonia ad essere al centro della storia. Questo aspetto è legato alla forte amicizia che stringe i due protagonisti che, nel corso del film, vedranno messa in discussione.

Un film divertente, una sceneggiatura solida (e più complessa rispetto al primo capitolo), impatto visivo notevole ed ottima scelta della colonna sonora. Insomma un film che mi è piaciuto molto e con un finale che vi soprenderà senza alcun dubbio!

Giudizio Finale

7.5

  • Citazioni
  • Trama
  • Impatto visivo
  • Pochi personaggi di contorno validi

Solo – Integrale

Previous article

Golden Globes 2019 – Tutti i risultati

Next article

Comments

Comments are closed.