Amazing Spider-man (2022) 9 – Recensione

Recensione del numero 9 di Amazing Spider-man, edito in Italia da Panini Comics.

Questo numero di Amazing Spider-man deve essere inquadrato in panorama più ampio in quanto la storia è ambientata durante il crossover A. X. E. Judgment Day, che coinvolge principalmente Avengers, X-men ed Eterni e indirettamente il resto delle testate Marvel.  Dedicheremo alcuni approfondimenti a questo importante evento e ci soffermeremo nel dettaglio sulla trama e alla sua articolazione sulle varie testate.

A. X. E. Judgment Day

Per inquadrare questo numero ci basti sapere che, nell’ambito di un conflitto tra Eterni e X-men, gli Avengers hanno riportato in vita un celestiale il cui corpo si trova proprio sulla Terra. 

Il celestiale, appena risvegliato, ha il compito di giudicare la Terra, globalmente e il suo giudizio seguirà 24 ore di osservazione. 

Ogni abitante della terra viene affiancato dalla manifestazione di un celestiale, che prende la forma di qualcuno conosciuto in passato. Tutto questo viene raccontato in Judgment Day 3, in uscita per Panini in questi giorni.

Dopo il gala infernale

 

Il numero 9 di Amazing Spider-man raccoglie due spillati della serie americana, i numeri 9 e 10. 

La prima storia può essere forse di difficile comprensione per chi non è aggiornato sugli ultimi anni degli X-men. La recente gestione di Jonathan Hickman ha infatti completamente rimodellato l’universo mutante. 

Ai testi troviamo Zeb Wells e alle matite un ottimo Patrick Gleason.

Per quello che serve a leggere la storia di Spider-man ci limitiamo a dire che l’evento  House of X/Power of X (di recente pubblicato in volume) ha rivelato che la dottoressa Moira MacTaggert è in realtà un mutante molto speciale. 

Questo fatto ha avuto conseguenze importanti per la ridefinizione del mondo mutante: adesso tutti i mutanti vivono in parte sull’isola di Krakoa e  in parte su una terraformata Marte, che chiamano Arakko

Inoltre, i mutanti hanno trovato il modo di risuscitare e la flora di Krakoa ha permesso loro di produrre una serie di farmaci fondamentale per abbattere malattie come la demenza senile.

Mary Jane Watson, che nel numero scorso abbiamo lasciato nei laboratori della Oscorp insieme al suo antipatico compagno Paul, è diventata portavoce dei farmaci mutanti ed è quindi stata invitata al Gala Infernale.

Il problema è che la dottoressa MacTaggert è adesso uno dei cattivi e si è impossessata del corpo di MJ! E qui entra in gioco Spider-man che si dà da fare insieme a Wolverine per proteggere la sua MJ…

Il giorno in cui tornò Gwen Stacy

 La seconda storia è un vero e proprio gioiello: un ispirato Zeb Wells scrive una storia toccante, un drammatico Nick Dragotta la disegna al meglio.

Il celestiale si manifesta anche nella vita di Peter Parker. Non diremo qui in quale forma (anche se non è difficile immaginarlo) per non rovinare il piacere della lettura.

La narrazione racconta le 24 ore di Peter affiancato costantemente dal celestiale che osserva. Il ritmo è incalzante, il pathos aumenta a ogni tavola.

C’è un momento in cui Peter racconta a grandi linee al  celestiale il perché del suo nuovo rapporto con Norman Osborn: un po’ si fa luce su quella prima tavola disegnata da Romita Jr nel primo numero di questo nuovo arco narrativo. A quanto pare, Norman è stato l’unico a credere in Peter quando lui ha cercato di salvare qualcuno. 

Aspettiamo con interesse di leggere come proseguirà questo arco narrativo davvero misterioso. I prossimi due numeri saranno dedicati a Edge of Spider-verse e costituiranno il preludio alla nuova serie ideata da Dan Slott e Mark Bagley

Voto 10

Spazio all’autore

Ho trovato la seconda storia di questo numero davvero ispirata, a tratti toccante. Vi invito caldamente a leggerla!

Mario - Paulogimanoors
Mario - Paulogimanoors
Articoli: 10