Dark Knights of Steel: prima parte – Recensione

Approfittando della pausa nella pubblicazione, per ripristinare il distacco dalle pubblicazioni originali USA, e del raggiungimento del giro di boa, facciamo il punto della situazione per quanto riguarda la miniserie evento Dark Knights of Steel. Pubblicata sul mensile di Batman/Superman, i primi tre spillati coprono 6 numeri di 12 della miniserie. Ai testi troviamo un sempre ispiratissimo Tom Taylor (Injustice, Dceased), mentre ai disegni Yasmine Putri, disegnatrice dal tratto molto pulito.

L’universo DC ‘incontra’ “Game of Thrones”

Riprendendo a grandi linee quanto era stato fatto precedentemente in casa Marvel con la miniserie “Marvel 1602 scritta da Neil Gaiman, la storia consiste in un fantasy in cui l’universo DC incontra le atmosfere e le ambientazioni tipiche medievali. La trama ruota attorno ad una sostanziale domanda: cosa sarebbe successo se la navetta aliena che ha portato Superman nel 1939 in Kansas, (raccontato sulle pagine di Action Comics 1) fosse invece atterrata in pieno Medioevo

"la tempesta sta arrivando"

Una profezia pronunciata da Constantine, dichiarava la venuta di alcuni demoni dalle stelle che si sarebbero appropriati della Terra, preannunciando la fine di tutti. Nel razzo che è atterrato, questa volta hanno trovato posto Jor-El e Lara che portava in grembo il piccolo Kal-El. Inizialmente identificati come una minaccia, i kryptoniani si sono guadagnati il rispetto e l’amicizia dei sovrani, i Wayne, tanto da sostituirli sul trono alla loro morte.

Se da un lato troviamo la Casata di El, impegnata a perseguitare chiunque pratichi magia (notoriamente avversa ai kryptoniani), dall’altro lato troviamo re Jefferson, aka Black Lightning, del Reame delle Tempeste. Ci viene mostrato anche l’inzialmente neutrale regno delle Amazzoni con a capo Diana, amante di Zala, la sorella di Kal-El. L’omicidio di Jor-El, da parte dell’arciere Oliver (Freccia Verde) aiutato da un misterioso Uomo Verde, darà il via ad una serie di uccisioni che porteranno all’inevitabile guerra tra i due reami, da chi saranno composte le due fazioni? 

Alcune chicche di questo elseworld

Intrighi, profezie, rivelazioni, spionaggio, vendette, amori, battaglie e versioni alternative dei supereroi come non li abbiamo mai visti. Tom Taylor ha messo proprio tutti orchestrando un mega evento pieno di trovate intriganti. Alcune versioni alternative dei personaggi DC calzano a pennello con la loro essenza: Harley Quinn la giullare di corte, Constantine l’oracolo, tutti i Robin sono gli occhi e le orecchie di Batman per tutto il regno e infine, Freccia Verde è l’arciere più in gamba tra i reami. La disegnatrice Yasmine Putri dimostra di trovarsi a suo agio con queste ambientazioni, con la storia architettata da Taylor e in generale con tutto l’universo DC.

Il reale protagonista della miniserie è Batman, erede diretto al trono dei Wayne, che per il momento è sotto la guida degli El. Egli, sostenuto dal solito Alfred, inevitabilmente arriverà ad uno scontro fisico e di ideali con Kal-El e si ritroverà coinvolto in alcune faccende che lo metteranno alla prova, al punto da ritrovarsi spesso al centro di scoperte sconvolgenti.

Voto: 7

Spazio all’autore

Un’iniziativa veramente molto originale, avvincente e coinvolgente, il voto assegnato è contenuto perché non vorrei sbilanciarmi troppo, essendo solo a metà del percorso. I presupposti per fare bene ci sono tutti, come anche un effettivo potenziale di trama, che si spera venga sfruttato a pieno. Ho trovato molto divertente scoprire i vari ruoli che gli autori hanno cucito addosso ai personaggi dell’universo DC. La storia funziona e scorre piacevolmente pagina dopo pagina. Taylor è stato un maestro nella pianificazione e nell’inserimento dei tasselli per il proseguo della trama. Restiamo in attesa dei capitoli mancanti desiderosi di scoprire altri colpi di scena e cosa ci aspetta dalla guerra che si sta per scatenare.

Marco - La Locanda alla fine dei mondi
Marco - La Locanda alla fine dei mondi
Articoli: 14