L’evoluzione di Groot: tra Tenerezza e Forza

Guardiani della Galassia Vol. 3 è al cinema e vista l’occasione, volevamo parlarvi di un personaggio che finora ha lasciato il segno. Un personaggio tenero ma che ha saputo essere davvero forte. Stiamo parlando di Groot!

Dal suo esordio in Guardiani della Galassia Vol. 1 fino alla grande battaglia di Avengers Endgame per poi arrivare ad oggi, nel terzo ed ultimo capitolo dei Guardiani della Galassia.

Partendo dalla più piccola fino ad arrivare alla più complessa, andremo ad analizzare tutte le forme che il nostro Groot ha assunto nel Marvel Cinematic Universe fino ad oggi.

Sapling Groot (Alberello)

La prima forma di Groot, apparsa nella Post-Credit di Guardiani della Galassia Vol. 1. Dopo essere stato piantato dai Guardiani, a seguito del suo sacrificio, possiamo vedere un simpatico Groot Alberello che, fondamentalmente, è servito solo a strappare una risata nella con Drax.

Un primo approccio a quello che è diventato uno dei piccoli personaggi più amati della Marvel.

Baby Groot

Come accennato prima, l’evoluzione che ha decisamente lasciato il segno nel cuore dei fan Marvel è senza dubbio Baby Groot! Con la sua tenerezza ha saputo conquistare gli occhi di tutti, ma ha anche dimostrato di saper combattere in Guardiani della Galassia Vol. 2, dove lo vediamo spesso protagonista nelle scene.

Un versione che è sicuramente piaciuta maggiormente agli amanti del personaggio, o della Marvel in generale, per il suo essere “carino e super cute”. Impossibile dimenticarci l’iconica scena del Bottone in Guardiani della Galassia 2!

Come sappiamo, a questo Groot, è stata dedicata un’intera serie di Corti (veramente ben fatti) su Disney+, chiamata per l’appunto “Io Sono Groot“, che ci ha fatto amare ancora di più il piccolo personaggio di casa Marvel.

Teenager Groot

La forma forse meno piaciuta e ribelle tra quelle che Groot ha assunto. Passata come “quella con il videogioco” perché, da vero teenager, non si separava mai dalla sua console.

Apparsa nella Post-Credit di Guardiani della Galassia Vol.2 per poi tornare in film di un certo spessore come Avengers Infinity War e Avengers Endgame. Anche se con un minutaggio ridotto come il resto dei guardiani, lo si vede anche in Thor Love and Thunder.

Non è da sottovalutare, bisogna ricordarsi che ha sacrificatoil suo braccio per forgiare Stormbracker, l’ascia di Thor in Infinity War! Sarà quindi degno di sollevare Mjolnir anche lui?

Alpha Groot

Eccoci arrivati alla forma attuale di Groot. Abbiamo visto il suo esordio in Guardiani della Galassia Holiday Special (Clicca qui per la nostra recensione), lo speciale Marvel Studios natalizio che è stata una sorta di anticipazione per il terzo capitolo dei Guardiani.

Come abbiamo potuto vedere nei Trailer e Spot, questa evoluzione sembra avere molte più abilità e capacità delle precedenti.

Tutto sommato è anche molto simpatico così, ma se rivedremo Groot dopo Guardiani della Galassia 3, molto probabilmente sarà cresciuto!

Adult Groot (Groot Adulto)

Arriviamo ora alla versione classica del personaggio, ovvero quella adulta vista in Guardiani della Galassia Vol. 1 dove il personaggio ha fatto ufficialmente il suo esordio nell’MCU con gli altri Guardiani.

Anche qui, molte dotazioni, tra cui quella della “palla” con cui si è sacrificato per i suoi amici.

– King Groot

ATTENZIONE, questa evoluzione non è apparsa nel Marvel Cinematic Universe!

La forma del personaggio di cui vi parliamo ora, non è nemmeno un’idea per il cinema Marvel siccome è presente solo in alcuni videogiochi Marvel scollegati dall’universo cinematografico, ma che comunque esiste nel mondo fumettistico.

Ad esempio, nel gioco “Marvel Champions” possiamo dare uno sguardo a quella che dovrebbe essere l’ultima evoluzione di Groot. Un personaggio quindi molto potente e molto grossa.

Per concludere, possiamo dire che a livello di tenerezza e rappresentazione, Groot è uno dei personaggi MCU meglio riusciti.

“IO SONO GROOT!”

Torna in alto