Secret Invasion – EP. FINALE – Recensione NO SPOILER

C’eravamo quasi, ma evidentemente era troppo difficoltoso riuscirci!

Si è ufficialmente conclusa con il sesto episodio la Serie Tv dei Marvel StudiosSecret Invasion” con protagonista Nick Fury, interpretato da Samuel L. Jackson.

Partiamo proprio da qui, perché come già menzionato nei precedenti articoli, per quanto riguardava i precedenti episodi, questa non sembra essere una serie incentrata sull’invasione Skrull, ma una vera e propria serie su Fury. Una sorta di “Marvel Studios: Fury”! Questo Finale di Stagione lo conferma.

Cosa abbiamo risolto?

La risposta a questa domanda, purtroppo, non può che essere negativa. Secret Invasion è l’ennesima occasione sprecata. A giudicare dai primi episodi non era neanche così male, ma successivamente, come le precedenti serie targate Marvel Studios, ha un crollo totale che porta ad un finale quasi disastroso in cui si salva ben poco.

Non abbiamo risolto esattamente niente con quest’ultimo episodio. Lo si poteva intuire già dai soli 38 minuti di durata totale (intro e titoli compresi) che, per un finale di stagione sono decisamente pochi per dare una spiegazione a tutto. Infatti, di spiegazioni vere e proprie non ce ne sono proprio, se non per qualche minimo dettaglio in secondo piano.

A rigor di logica, un finale di stagione dovrebbe fornire le risposte e chiude il cerchio, lasciando lo spiraglio per il futuro, giusto? Teoricamente si, ma Secret Invasion, anziché generare risposte definitive, genera inutilmente altre domande senza alcuna logica. Domande la quale risposta non perviene e non si sa quando possa arrivare se non nel giro dei prossimi anni, che è decisamente troppo visto che il tempo c’era.

Rimaniamo completamente punto a capo con la strada imboccata alla fine dell’episodio generando il problema del “dove ci colleghiamo adesso?”

Cosa si salva?

Purtroppo, si salva ben poco del finale di Secret Invasion. Uno degli elementi che ne esce vittorioso, forse, è lo scontro finale contro Gravik (che era sottinteso). Anche se, quest’ultimo, in primis poteva tranquillamente durare di più e, secondo, ha generato l’eroe potenzialmente più forte del Marvel Cinematic Universe, ma nuovamente senza alcuna spiegazione.

Altro elemento, nonostante sia stato chiuso troppo in fretta, è il personaggio di Olivia Colman, Sonya Falsworth, che grazie alla maestria dell’attrice, riesce ad essere sufficientemente sopra agli altri protagonisti.

Infine, ciò che forse è stato reso quasi del tutto completo, è il personaggio di Emilia Clarke, che ha finalmente riscontrato la giusta attenzione e una giusta conclusione del suo arco narrativo all’interno di questa Serie.

Porte aperte?

Visto il trattamento che c’è stato verso i fan e gli appassionati Marvel, è meglio che le porte per un’ipotetica seconda stagione restino segregatamente chiuse. Ma in ogni caso questo show dovrebbe spianare la strada verso futuri progetti degli Studios motivando le scelte e indicando la giusta direzione. Ma purtroppo non lo ha fatto!

Spazio all'autore: Mi stava anche piacendo dall'inizio, le idee erano belle ma è andata male per l'ennesima volta! Lo scontro finale mi è piaciuto tanto, ma volevo vederne di più perché poteva essere meglio pugno dopo pugno. Sono abbastanza stanco di vedere questo andamento per quasi tutte le Serie Marvel sinceramente. Mai come ora, rimpiango tantissimo gli anni in cui Marvel Studios era solo Film! Stefano – Ste Captain Nerd

6
von 10
2023-07-27T16:00:00+0000
Stefano - Ste Captain Nerd
Stefano - Ste Captain Nerd
Articoli: 42