Top & Flop – Serie Tv Maggio

Eccoci giunti all’articolo di recap sulle uscite seriali del mese di Maggio, in cui cerchiamo di tirare le somme sulle serie viste nello scorso mese. Questo articolo fa da companion all’articolo mensile sui nostri consigli (QUI l’articolo del mese di Giugno), cercando di capire anche se i consigli si sono rivelati oculati. Da segnalare che non sempre ogni serie consigliata nel mese comparirà qui e altrettanto potrebbero essercene di nuove, un po’ perché è difficile vedere tutto ed un po’ perché i palinsesti mutano anche di settimana in settimana. Inoltre, per i prodotti ancora in corso, verranno giudicati gli episodi finora trasmessi/rilasciati, una serie, quindi, potrebbe passare, nel corso dei mesi, da una categoria all’altra!


Le serie TOP di Maggio

Vista la grande mole di informazioni ormai reperibili in rete, fra trailer, trame e recensioni in anteprima, sempre più difficilmente ci si imbatte in pessime serie, magari perché, se non di proprio interesse, le si scarta a priori. Molto probabilmente, quindi, nel corso dei mesi, la maggior parte finiranno in questa categoria, ma l’interessante a nostro avviso è la motivazione che ci spinge ad inserirle nella Top o nella Flop.

Ted Lasso 3 – Apple TV+

Serie completa. Pluripremiata serie comedy ha conquistato critica e pubblico, anche questa terza stagione ha colto nel segno e lascerà tutti noi con un grande vuoto, nonostante il tono scanzonato del prodotto è riuscita a parlare al cuore di tutti i fan che hanno seguito le gesta del gentil Ted e di tutti gli altri personaggi fino alla fine.

Evil – Paramount+

Stagione completa. Arrivata finalmente in Italia con un ritardo di 3 stagioni, questa serie a tinte horror/thriller incentrata sull’eterna battaglia tra scienza e religione, dove una psicologa di una clinica femminile si unisce a un sacerdote e un appaltatore per studiare presunti miracoli, possedimenti demoniaci e altri strani eventi per trovare una spiegazione scientifica o confermarne la soprannaturalità, non ha tradito le aspettative, è assolutamente godibile, nonostante gli episodi autoconclusivi, degli antagonisti ricorrenti riescono a creare un’aura di mistero molto interessante ed il finale è un vero e proprio cliffhanger d’altri tempi.

Yellowjackets 2 – Paramount+

Rilasciati fino a questo momento 8 episodi su 9. Rispetto alla passata stagione ha un tono più dark e grottesco, soprattutto per quanto riguarda la parte nel passato delle protagoniste, mentre il presente dopo un inizio un po’ più a rilento è riuscito a trovare una buona strada, in attesa del finale di stagione. Comunque quanto visto finora non è al livello della prima stagione.

Silo – Apple tv+

Rilasciati fino a questo momento 5 episodi su 10. Nuova serie distopica che racconta la storia delle ultime diecimila persone sulla terra, la cui casa profonda un miglio le protegge dal mondo esterno devastato da esalazioni tossiche. Tuttavia, nessuno sa quando o perché il silo sia stato costruito e chi cerca di scoprirlo va incontro a conseguenze fatali. Prima metà di stagione assolutamente promossa, tanto mistero e soprattuto un worldbuilding incredibile, i creatori sono riusciti alla perfezione a far immergere lo spettatore in questo mondo distopico con strane regole e strane usanze.

From 2 – Paramount+

Rilasciati fino a questo momento 3 episodi su 10. Piccolo gioiellino della scorsa stagione televisiva, ha meritato il rinnovo ed arriva in Italia questa volta più a stretto giro rispetto alla release americana. La serie è uno Sci-Fi horror vecchio stile, una città intrappola tutti coloro che ci finiscono, i malcapitati abitanti cercano una via d’uscita, ma devono anche cercare di rimanere in vita quando sono attaccati da creature notturne della foresta circostante. Da recuperare per chi ama i misteri e i colpi di scena, si conferma assolutamente valida anche all’inizio di questa seconda stagione.

American Born Chinese – Disney+

Stagione completa. Dal regista di Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli e con la presenza nel cast di due attori premiati con l’Oscar 2023 per il celebrato Everything Everywhere All at Once: Michelle Yeoh e Ke Huy Quan. American Born Chinese, basata sull’omonima graphic novel di Gene Luen Yang, ha rispettato tutte le attese, risultando sia divertente che in grado di affrontare temi come il razzismo, i problemi familiari ed il bullismo. L’unico problema è il finale è aperto ed il fatto che ancora non si abbiano notizie sull’eventuale rinnovo.

The Power (Ragazze elettriche) – Prime Video

Stagione completa. Tratta dall’omonimo romanzo della scrittrice britannica Naomi Alderman, la serie narra di un mondo distopico identico al nostro, eccezion fatta per una particolarità, all’improvviso tutte le ragazze adolescenti del mondo sviluppano il potere di fulminare le persone a piacimento. Dopo un inizio poco incisivo con il passare delle puntate la parte politico/culturale assume un ruolo abbastanza centrale e scoprire i risvolti geopolitici di un mondo distopico del genere risulta molto interessante. Assolutamente promossa e consigliata, a giudicare dal finale siamo soltanto all’inizio!


Le serie FLOP di Maggio

Le serie inserite in questa categoria, come accennato in precedenza, non sempre sono completamente da buttare, ma magari hanno difetti più rilevanti rispetto ad altre e soprattutto ribadiamo che quelle ancora in corso sono passibili di modifica sia in meglio, che in peggio.

Citadel – Prime Video

Stagione completa. Spy story prodotta dai fratelli Russo, con un budget astronomico (250 milioni per 6 episodi). Tutto ha inizio con la sconfitta dell’agenzia di spionaggio Citadel, creata per proteggere le persone, ad opera di un’associazione che manipola il mondo. I ricordi dei due agenti protagonisti della vicenda sono stati cancellati, ma sono comunque riusciti miracolosamente a salvarsi. Da allora hanno vissuto una nuova vita, completamente all’oscuro del loro passato come agenti della Citadel. Le puntate per quanto visivamente molto interessanti, con scene d’azione che non sfigurerebbero sul grande schermo, non hanno dato a livello di sceneggiatura tante vibes diverse dalle classiche serie action. Alcuni stratagemmi, inoltre, sembrano un po’ troppo convenienti. Probabilmente spendere così tanti soldi per questo prodotto, non ne è valsa la pena. La serie è comunque rinnovata e sono previsti anche degli spin-off ambientati in diverse parti del Mondo, tra cui l’Italia.

Star Wars: Visions 2 – Disney+

Stagione completa. I nove nuovi cortometraggi provenienti da 9 studios di tutto il mondo, sono risultati abbastanza inferiori in linea generale rispetto a quelli giapponesi della prima stagione, con alcune tecniche di animazione non proprio riuscitissime, ma più che per questo, rispetto alla prima, restano impresse nella memoria pochissime storie degne di nota, sarebbe stato meglio probabilmente dare seguito alle più riuscite della stagione precedente.

Mattia - Fidia Nerd
Mattia - Fidia Nerd
Articoli: 52