Tunué – Le uscite del 2023

Il 2023 si prospetta essere un anno ricco di novità. No, non è la solita frase fatta che tutti bene o male pronunciamo almeno una volta nel primo mese dell’anno. Tunué ci crede davvero e lo dimostra concretamente, presentando parte del ricco catalogo in uscita quest’anno. Tantissimi scrittori e fumettisti di talento, veterani ed esordienti, che ci accompagneranno nei prossimi mesi. Abbiamo avuto modo di partecipare ad un bellissimo incontro on line con Simona Gionta, dell’ufficio stampa di Tunué e con Emanuele Di Giorgi, co-fondatore e amministratore delegato della casa editrice. Insieme ad alcuni graditi e inaspettati ospiti, ci hanno illustrato più nel dettaglio cosa troveremo sugli scaffali già tra pochissime settimane.

Collana Ariel

Iniziamo con tre interessantissimi titoli della collana di Tunué che affronta i temi del femminile e della parità di genere. A parlarcene è Simona Binni, autrice e coordinatore artistico della collana dal 2019.

Guardati

La storia, realizzata da Elisabetta Romagnoli con uno stampo in parte autobiografico, segue le vicende di una bambina di nome Iris e di tutto il suo percorso di crescita legato allo sguardo della figura paterna. Attraverso il confronto con suo padre, vediamo Iris crescere e maturare fino all’età adulta, in un percorso tortuoso che porterà la ragazza ad allontanarsi dal genitore, per poi ritrovarlo insieme a se stessa e alla propria pace. Una storia complessa e delicata, per un tema non facile da trattare e che ha richiesto un lungo periodo di tempo per la stesura, circa 4 anni. Il tratto di Elisabetta, molto evocativo e che ricorda più l’illustrazione che non il fumetto, racconta i momenti di conflitto donandogli una dimensione onirica e fantastica, dove avvengono i dialoghi tra Iris e suo padre. In uscita il 3 marzo.

La creatura perfetta

Ispirata al personaggio realmente esistito di Giuseppe Erba, la storia narrata da Alessandro Marmorini e Sindi Abazi, assume risvolti decisamente particolari e interessanti. Un imprenditore teatrale decide di portare in turné il gigantesco corpo di una balena morta, Golia, ed esporla come se fosse una diva. Il tema che traspare dalle pagine è quello della bellezza a tutti i costi, una riflessione su ciò che si è disposti a sacrificare inseguendo vanità e ammirazione, ma non solo. La bellezza e il suo raggiungimento vengono percepiti come l’unica maniera di essere riconosciuti, visti e soprattutto amati. Ambientata negli anni 50′ del secolo scorso, la narrazione si prospetta un interessante e singolare duetto tra due protagonisti incredibilmente diversi e simili tra loro allo stesso tempo. In uscita a maggio.

Le mantidi

Il titolo provvisorio dell’opera dell’esordiente Sara Dealbera, getta un primo sguardo e indirizzo verso una storia molto forte e innovativa, nata inizialmente come progetto di laurea. La vicenda ruota intorno ad un gruppo di donne che decidono di creare una comunità chiusa agli uomini, considerati violenti e torturatori. Usati esclusivamente a scopo riproduttivo, vengono uccisi così come tutti i figli maschi nati nella comunità. Caterina, nata nella comunità, si ritroverà a dover compere una scelta cruciale nel momento in cui si innamorerà. L’alternativa che Sara propone come risoluzione del conflitto interiore di Caterina è una terza via tra la scelta d’amore e della comunità che l’ha cresciuta e amata sin da piccola. Una scelta che incarna appieno lo spirito della collana nel voler cercare una via di mezzo nell’affrontare diverse tematiche delicate e molto forti.

7 crimini

Katja Centomo e Emanuele Sciarretta tornano con un nuovo volume della serie che unisce la passione per le storie crime alla conoscenza del diritto. I tre numeri conclusivi del progetto arriveranno tutti nell’arco di quest’anno, culminando con l’ultimo crimine, l’omicidio. Per chi non conoscesse 7 crimini, lo scopo delle varie storie è quello di guidare il lettore alla scoperta di un crimine differente ogni volta, approfondito e indagato da professionisti del settore nella parte finale di ogni testo. Ad ogni storia si mescolano quindi elementi tecnici provenienti dall’ambito criminale e legal. Numerosi sono gli artisti che collaborano nella realizzazione dei volumi: Daniele Caluri, Giorgio Pontrelli, Bruno Brindisi, Bruno Cannucciari, Francesca Biscotti, Enoch solo per citarne alcuni. Pur trattandosi di storie diverse sono tutte collegate tra di loro, non solo attraverso la presenza di un narratore principale, il giudice Massimo D’Ettori, ma anche grazie a riferimenti lungo tutta la narrazione.

La storia del topo cattivo

Pur dopo quasi trent’anni dalla sua prima pubblicazione, la storia di Bryan Talbot continua ad essere ancora oggi un pugno nello stomaco, attualissimo nella sua trattazione del tema degli abusi sui minori. Ispirato dai racconti di Beatrix Potter, autrice per l’infanzia, la narrazione ruota attorno al personaggio di Helen Potter, un’adolescente in fuga da casa dove è vittima degli abusi sessuali del padre e che intraprenderà un viaggio con la propria anima per venire a capo di ciò che ha subito. Un capolavoro assoluto che si è guadagnato il plauso dalla critica, da Alan Moore e una prefazione scritta da Neil Gaiman in persona. Tunué riesce ad accaparrarsi questo volume di grande pregio, proponendolo in un’edizione “vintage” con copertina velata, in uscita il 27 gennaio.

Gene Luen Yang

Il pluripremiato autore di graphic novel americano fa il suo ritorno in casa Tunué con tanti progetti sia vecchi che nuovi. Oltre ad una nuova raccolta di storie brevi per Avatar The Last Airbender, serie che ha giocato un ruolo importante della fortuna della casa editrice e da lui interamente sceneggiata, nel corso dell’anno vedremo i primi due di 8 volumi della graphic novel basata sui giochi di Clash of Clans, la famosa serie di videogiochi per smartphone. Verrà inoltre realizzata una nuova edizione di Boxers & Saints che comprenderà i due volumi della storia uniti insieme.

I solchi del destino

Chiudiamo questa selezione di titoli con una nuova edizione, rivista e ampliata di uno dei capolavori di Paco Roca (La casa; Rughe). Per chi non avesse mai avuto il piacere di leggerlo, I solchi del destino racconta la storia vera di come un gruppo di visionari amanti della libertà, liberarono Parigi durante la Seconda guerra mondiale, conflitto in questo caso visto dal punto di vista degli spagnoli. Si tratta di un’opera scaturita da anni di approfondite indagini da parte di Roca sulla guerra civile spagnola, la cui scintilla si accese proprio a Parigi nella sede del Cervantes. Finzione e realtà si intrecciano nei dossier finali del volume, ricco di tanti nuovi dettagli.

Quelle che abbiamo qui sopra citato sono solo alcune delle novità che ci aspettano provenienti da casa Tunué. Un catalogo che si arricchisce di elementi davvero pregevoli, sia vecchi che nuovi, che ci riserverà sicuramente altre sorprese nel prossimo futuro e che noi saremo qui per raccontare.

Margherita -_maggie_r
Margherita -_maggie_r
Articoli: 17