WWN Racconta – Shade

Chi è Shade?

Classe 1987, Shade è conosciuto ai più per la sua carriera da rapper, ma svolge anche il lavoro di doppiatore oltre ad essere un nerd. La sua seconda attività ha per ora prestato la voce in ruoli secondari, dimostrando comunque le sue ottime potenzialità. Ha fatto parte del cast di doppiatori di alcuni anime di successo come Fire Force, Naruto, Tokyo Revengers ed altro ancora. Ma ora lasciamo che si racconti da solo e soprattutto che ci faccia conoscere meglio il suo lato Nerd.

1. In diverse interviste hai dichiarato apertamente di amare la cultura nerd da sempre. Come è nata questa tua passione?

Sin dalle elementari ero appassionato di fumetti, leggevo Topolino ma anche Spider-Man, X-Men, i Fantastici 4, ecc. Passando poi ai manga come  Ranma 1/2, Dragon Ball, Kimagure Orange Road e molti altri. Contemporaneamente mi appassionavo a saghe di videoludiche come Resident Evil, Tekken e ovviamente Pokemon…bei tempi insomma!

2. Spesso nelle tue canzoni inserisci piccole, ma meravigliose, citazioni alla cultura pop. Come riesci ad incastrarle alla perfezione nei tuoi testi?

In realtà mi viene tutto abbastanza naturale, sono metafore che uso anche nella vita quotidiana di tutti i giorni! Se penso a un bacio iconico mi viene in mente Tobey Maguire con Kirsten Dunst prima di qualsiasi altro bacio di film romantici, quindi mi viene spontaneo inserirlo anche in brani come successo con Pendolari, il mio ultimo singolo.

3. Tra i tuoi mille impegni riesci ancora a coltivare le tue passioni legate alla nostra cultura?

Certo, colleziono ancora Action Figure e Funko pop e non solo, anche fumetti ed edizioni speciali. Seguo ovviamente gli anime e ovviamente non mi perdo un film o una serie dell’MCU.

4. Ormai l’essere Nerd è quasi una moda, che cosa secondo te ha sdoganato il ruolo del nerd?

Secondo me, negli anni, le persone si sono rese conto che nerd non era sinonimo di “soggetto raro” ma che invece eravamo in tanti ad avere queste passioni. Anche realizzare film e serie con protagonisti personaggi nerd ha aiutato molte persone a non vergognarsene (io spesso con molti amici lo nascondevo). Penso ad esempio a Stranger Things!

5. Che cosa vuol dire, secondo te, essere nerd?

Significa amare le storie non convenzionali, innamorarsi di un mondo che non esiste ma in cui ci si può rifugiare quando serve, significa sognare di sparare una ragnatela e commuoversi perché si vede Times Square per la prima volta e aspettnando che passi il Goblin volando sul suo aliante. Significa non crescere mai, forever Young come Peter Pan.

6. Leggi ancora fumetti/manga? Hai una tua storia o serie preferita?

Al momento leggo Doctor Strange che, lo ammetto, ho iniziato dopo i film, personaggione. Non sto leggendo molti manga ma guardo parecchi anime. Tra tutti consiglio Tokyo Revengers, non solo perche l’ho doppiato (ndr doppia Chifuyu Matsuno) ma perché ha una storia incredibile.

7. Parlando invece del tuo ruolo di doppiatore, come è nato questo lavoro? Hai sempre pensato di volerlo fare?

Ho iniziato a capire cosa fosse il doppiaggio da piccolo, avevo circa 7 anni e guardavo Mrs Doubtfire con Robin Williams, nel film doppiava un cartone animato e li ho capito che i personaggi non avevano una voce proprio (ahimè) ma c’erano dei signori che li facevano parlare. Mi è sembrato subito il lavoro più fico del mondo! Ho iniziato a studiare nel 2012 alla ODS di Torino, e iniziato a lavorare nel 2015.

8. Se avessi la possibilità di doppiare qualsiasi prodotto, cosa e chi sceglieresti?

Beh sarebbe un sogno doppiare un personaggio dell’MCU, anche sfigatissimo, oppure qualcuno in Dragon Ball! Sarà difficile ma sognare non costa nulla.

Torna in alto